FAQ

Iscrizione e contatti

A partire dalla campagna soci 2021, abbiamo scelto di inserire il codice direttamente sulla tessera socio per permetterti di averlo sempre con te. Grazie a questo codice potrai accedere all’area riservata dell’App AIC Mobile, alle sezioni del sito regionale e nazionale riservate ai Soci dedicate ai locali AFC e al Prontuario degli Alimenti.

Se ti iscrivi per la prima volta, devi sapere che il codice socio non ti arriverà immediatamente, ma dopo che il pagamento della quota d’iscrizione sarà preso in carico dalla segreteria e registrato. Se hai fornito una mail al momento dell’iscrizione, il codice ti arriverà tramite mail. Se non hai fornito la mail, ma la segreteria conosce il tuo numero di cellulare, ti sarà inviato tramite SMS. Diversamente, ti sarà mandato via posta al tuo indirizzo di casa. Per agevolare questo tipo di procedure è importante inserire mail, numero di telefono o indirizzo al momento del versamento della quota, oppure scrivere a segreteria@aiclombardia.it comunicando l’avvenuta iscrizione e segnalando i tuoi dati.

L’applicazione è disponibile per i sistemi operativi iOS e Android.

Dopo averla installata sul smartphone o tablet,  scegliere “Accedi o Registrati”.

Se già in possesso di credenziali inserire username e password, in caso contrario scegliere l’opzione “Non hai ancora un account? Registrati subito”.

Per creare l’account è necessario inserire i propri dati e il codice socio associato al nome (se il socio è un minore occorre inserire il nome del minore). Inseriti tutti i campi e dato il consenso ai dati cliccare su “Invia”. A questo punto è possibile iniziare ad utilizzarla, sfruttandone tutte le funzionalità.

Per fare una ricerca di un locale AFC o di un prodotto in Prontuario, inserire il codice alfanumerico nella apposita maschera (precisiamo che il codice alfanumerico NON sostituisce la username o la password).

Ricordiamo che sono necessarie generalmente 24/48 ore per l’effettiva attivazione del codice, qualora  appena ricevuto.

NON TROVO IL CODICE UNIVOCO ASSOCIATO 

Ti ricordiamo che a partire dalla campagna soci 2021, abbiamo scelto di inserire il codice direttamente sulla tessera socio per permettere di averlo sempre con te; se non trovi la tua tessera socio e non riesci a recuperare il tuo codice, scrivi a segreteria@aiclombardia.it indicando il nome e cognome del socio e ti verrà rinviato.

PROBLEMI CON IL LOGIN, USERNAME E PASSWORD

Scrivere una mail a  aicmobilesupport@celiachia.it se si verificano problemi di accesso o non è possibile recuperare le proprie credenziali.

PROBLEMI TECNICI CON L’APPLICAZIONE

Se l’app si blocca, non si apre, o una specifica sezione non è accessibile il consiglio è quello di fare riferimento, esclusivamente per problematiche di natura tecnica, a mobileaic@gmail.com.

, se hai figli celiaci minorenni puoi decidere liberamente di effettuare l’iscrizione a tuo nome o a nome dei bambini. Per motivi legali, però, un minorenne non può votare per l’approvazione del bilancio o per altre delibere “economiche” nel corso dell’Assemblea Soci come stabilito dal nostro Statuto.

Sì, ma ricorda di inserire sempre i suoi dati al momento del versamento della quota.

Tutti coloro che credono nella mission di AIC Lombardia, alle sue finalità ed obiettivi, possono iscriversi per aiutarci a sostenere i nostri progetti. Per iscriverti clicca qui

Tutti coloro che credono nella mission di AIC Lombardia, alle sue finalità ed obiettivi, possono iscriversi per aiutarci a sostenere i nostri progetti. Per farlo subito clicca qui.

 

I referenti provinciali rappresentano l’Associazione sul territorio e fanno da “antenne”, trovandosi a diretto contatto con la situazione specifica di ciascuna provincia o zona. Per l’elenco completo clicca qui.

 

Diagnosi ed esenzioni

In Lombardia, al momento della diagnosi, il gastroenterologo o lo specialista ospedaliero deve rilasciare le certificazioni per:

  1. esenzione per patologia (malattia cronica – Codice di Esenzione 059);
  2. erogazione dei prodotti senza glutine specificamente formulati per i celiaci con indicato il tetto di spesa mensile espresso in euro, sulla base del sesso e dell’età.

Tali certificazioni dovranno poi essere consegnate alla ASST di riferimento della Lombardia che, effettuati i controlli di competenza, inserirà i dati nel software regionale, autorizzando la fornitura di alimenti senza glutine.

Verrà quindi rilasciato il pin “codice celiachiaa validità illimitata, da utilizzare ogni qualvolta si usufruirà dell’erogazione dei prodotti senza glutine presso gli esercizi convenzionati con il SSN (farmacie, punti vendita della GDO, negozi specializzati).

Per ulteriori informazioni sul “Budget Celiachia” clicca qui.

No, non esistono centri di riferimento regionali per la cura della celiachia. Molti ospedali lombardi, però,  hanno ambulatori di gastroenterologia dove vengono seguiti i celiaci.

L’esenzione (codice 059) dà diritto ad avere la gratuità su visite ed esami inerenti al follow up della celiachia tramite tessera sanitaria. L’esenzione “non è automatica”, ma deve essere inserita sulla ricetta dal medico di base o dallo specialista (ovviamente deve essere indicata “celiachia” quale diagnosi).

Nel luglio 2015, infatti, è stato aggiornato il  “Documento di inquadramento per la diagnosi ed il monitoraggio della celiachia e relative patologie associate” (supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 32 del 7 febbraio 2008) che riporta:

FOLLOW UP: tempi ed indagini

Un controllo entro 6-12 mesi dalla diagnosi e, successivamente, ogni 1-2 anni (salvo complicanze) è sufficiente per verificare la compliance alla DSG, verificare la comparsa di malattie auto-immuni e/o alterazioni metaboliche (che possono comparire anche in soggetti celiaci trattati) e soprattutto, diagnosticare precocemente l’eventuale comparsa di complicanze.
Ad ogni controllo, il soggetto celiaco dovrebbe essere sottoposto a: visita medica, valutazione dietetica, controllo dell’emocromo e dosaggio anticorpi serici anti-transglutaminasi di classe IgA (o IgG se vi e’ deficit delle IgA).

Gli accertamenti ematici per la valutazione del metabolismo del ferro (sideremia e ferritinemia) e la folatemia vanno eseguiti solo al primo controllo e, se alterati, ripetuti ai successivi fino alla normalizzazione. Inoltre, il dosaggio di sideremia, ferritinemia e folatemia va eseguito in caso i valori di emoglobinemia e/o volume globulare medio risultino alterati.

Per quanto attiene la valutazione dell’autoimmunità per tireopatia, presente in circa il 5% dei celiaci, va effettuato come segue:

Dosaggio TSH e anticorpi anti TPO alla diagnosi:

1) entrambi nella norma → TSH ogni 3 anni

2) entrambi alterati → 3 tireopatia autoimmune (percorso seguente ben codificato per tale patologia in esenzione)

3) uno dei due alterato → endocrinologo per valutare tireopatia autoimmune (con seguente percorso come punto 2)

Altri esami strumentali e specialistici vanno effettuati se la valutazione clinica lo suggerisce. Nell’adulto, la densitometria ossea andrebbe eseguita di routine una volta almeno, dopo 18 mesi di dieta senza glutine e ripetuta periodicamente su indicazione del curante, solo se patologica o vi siano indicazioni cliniche.

Budget

Sì, per ogni assistito il sistema regionale lo consente per un massimo di due periodicità mensili, quindi una sola volta l’anno, anche al di fuori del periodo estivo. È fondamentale che i due mesi siano consecutivi (esempio: giugno e luglio, novembre e dicembre…).

L’accorpamento dovrà essere autorizzato nominativamente dalla ASST. È in carico alle singole ASST la definizione delle modalità organizzative di gestione delle richieste di accorpamento.

Fonte: Progetto Nuova Celiachia della Regione Lombardia (Deliberazione N° IX / 4490 Seduta del 13/12/2012) Nota Protocollo H1.2014.0011590 del 20/03/2014 inviata dalla Regione alle ASL.

Per motivi di studio o lavoro è possibile richiedere l’utilizzo del budget per l’erogazione dei prodotti per celiaci al di fuori dalla propria Regione di residenza o domicilio. Occorre però che prima ci sia un accordo fra l’ASL di residenza e quella di domicilio. Per maggiori informazioni scrivi a segreteria@aiclombardia.it.

Per ora non è ancora possibile. L’impegno della Federazione AIC è l’adozione, da parte di tutte le Regioni italiane, dei buoni digitali o dematerializzati. Si favorisce così la reale diversificazione dei canali distributivi (farmacie, grande distribuzione organizzata, negozi specializzati), una trasparente rendicontazione (con conseguente risparmio) e l’auspicata circolarità dell’erogazione nelle diverse Regioni.

L’App Salutile NoGlutine della Regione Lombardia consente di accedere al mondo del senza glutine direttamente da smartphone. Permette di:

✔ monitorare il budget celiachia mensile aggiornato in tempo reale e le spese relative al periodo di validità;

✔ cercare i rivenditori convenzionati all’erogazione dei prodotti senza glutine tramite il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) presenti sul territorio regionale ed avviare il navigatore per raggiungerli (farmacie/GDO/negozi convenzionati);

✔ scoprire se un prodotto senza glutine è erogato dal SSN, scansionando semplicemente il  codice a barre.

Puoi scaricare l’App Salutile Noglutine da:

  1. fascicolo sanitario
  2. Google Play
  3. Apple
  4. Lombardia Speciale
  5. Youtube

 

Per accedere al servizio è necessario utilizzare la password/pin rilasciata all’attivazione del fascicolo sanitario elettronico.

Programma AFC

Se si tratta di una struttura della Lombardia, la segnalazione può essere fatta, scrivendo una mail a afcsegreteria@aiclombardia.it, indicando nome e città della struttura, cosa è stato osservato e lasciando un recapito telefonico per poter essere contattati in caso sia necessario approfondire la segnalazione.

Se si tratta, invece, di una struttura di un’altra Regione, è possibile fare la segnalazione compilando il modulo disponibile qui. Per sapere come deve essere gestita una segnalazione visita questa pagina.

Ricorda che è possibile fare una segnalazione anche attraverso l’app AIC Mobile, entrando sulla scheda della struttura, in corrispondenza dell’apposito simbolo con l’indicazione “Segnala”.

AIC può intervenire solo in caso di segnalazioni inerenti il mancato rispetto delle regole stabilite dal programma AFC.

In caso di segnalazione negativa su un locale del network AFC, il tutor della struttura effettua una verifica presso il locale, richiede al titolare l’applicazione di tutte le necessarie misure di correzione/prevenzione dell’anomalia e ne verifica l’attivazione e l’efficacia. In caso di anomalie/problematiche molto gravi, il locale può essere eliminato dal network.

Invia una mail a afcsegreteria@aiclombardia.it, fornendo il nome del locale, il suo indirizzo, la sua mail e un numero di telefono a cui poterlo contattare. Se hai già parlato al titolare o a un membro del personale (chef, pizzaiolo, cameriere) del Programma AFC, indicaci il suo nome per agevolare il contatto.

In Italia puoi contare sulle circa 4000 strutture del network Alimentazione Fuori Casa (AFC). Se dovessi trovarti in un locale non aderente al programma AFC, ecco alcuni consigli utili.

Se la meta è un Paese estero:

  • mettiti in contatto con l’Associazione celiachia del Paese di destinazione;
  • cerca consigli nelle pagine web del Gruppo Giovani Celiaci d’Europa (CYE );
  • ricorda che il claim “senza glutine” nell’UE e negli USA si può utilizzare sulle etichette dei prodotti alimentari che abbiano un contenuto di glutine inferiore a 20ppm, esattamente come avviene in Italia;
  • leggi l’articolo pubblicato su Celiachia Notizie dedicato a quali compagnie offrono pasti e snack senza glutine durante il volo;
  • chiedi sempre informazioni al momento della prenotazione del volo alla compagnia sulla possibilità di introdurre alimenti nel Paese meta del viaggio;
  • prenota in anticipo, se previsto, il pasto gluten free durante il volo;
  • cerca tour operator, campi estivi per ragazzi, treni e navi da crociera – come Alpitour, MSC Crociere, Trenitalia, etc.- che collaborano con AIC.

 

Per approfondire clicca qui.

 

Scuole e ragazzi

Non sono attivi progetti specifici rivolti ai ragazzi, ma è possibile richiedere un incontro informativo sulla celiachia per i docenti e il personale scolastico scrivendo a afcsegreteria@aiclombardia.it. Abbiamo anche realizzato una brochure, “La celiachia a fumetti“, che raccoglie temi di interesse per i ragazzi.

Per le scuole secondarie di secondo grado, invece, è attivo il “Progetto Scuole Alberghiere”.

Sul sito Nazionale di AIC è pubblicata una sezione dedicata all’eucarestia per celiaci, sezione in cui sono riportate tutte le informazioni in merito a:

  • ostie senza glutine;
  • dove trovare ostie senza glutine;
  • indicazioni pratiche per la somministrazione della Comunione senza glutine.

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookie di analisi possono essere trattati per fini non tecnici dalle terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui